<transcy>Thangka Raffigurante Mahasiddha Thangtong Gyalpo Tibet XX sec.</transcy>
<transcy>Thangka Raffigurante Mahasiddha Thangtong Gyalpo Tibet XX sec.</transcy>

Thangka Raffigurante Mahasiddha Thangtong Gyalpo Tibet XX sec.

Prezzo regolare £350.00 £0.00 Prezzo unitario per

Raro Thangka dell'Inizio XX sec. Raffigurante Mahasiddha Thangtong Gyalpo Thangka, Proveniente dal Monastero di Drepung Lhasa, Tibet

Dimensioni: 61 cm di altezza, 39 cm di larghezza

Raro e bellissimo Thangka che rappresenta un Mahasiddha buddista (Thangtong Gyalpo) con Buddha Amitabha (luce incommensurabile ) sulla sommità del capo e un protettore buddista rosso (Mahakala) alla base del trono.

Letteratura dell'oggettoThangtong Gyalpo (1385 d.C.–1464 d.C. o 1361 d.C.–1485 d.C.[2]), noto anche come Chakzampa, il "Iron Bridge Maker" (Wylie: lcags zam pa), Tsöndrü Zangpo "Excellent Persistence" (Wylie: brtson 'grus bzang po) e il re della pianura vuota. Era anche conosciuto con una variazione di questo nome, Madman of the Empty Valley. Era un grande adepto buddista, un maestro Chöd, yogi, medico, fabbro, architetto e un ingegnere civile pionieristico. È considerato un'emanazione mentale di Padmasambhava e una reincarnazione di Dolpopa Sherab Gyaltsen. Ha fondato il lignaggio Iron Chain della scuola Shangpa Kagyu del buddismo tibetano. Si dice che Thangtong Gyalpo abbia costruito 58 ponti sospesi con catene di ferro intorno al Tibet e al Bhutan, molti dei quali sono ancora in uso oggi. Ha anche progettato e costruito diversi grandi stupa dal design insolito tra cui il grande Kumbum a Chung Riwoche, in Tibet; fondò il monastero di Gonchen a Derge; ed è considerato il padre di uno stile di opera tibetana chiamato Lhamo. Associato alle tradizioni Shangpa Kagyu, Nyingma e Sakya del buddismo tibetano e alla tradizione degli "yogi pazzi" conosciuti come nyönpa, 

Mahasiddha (sanscrito: mahāsiddha "grande adepto; tibetano: གྲུབ་ཐོབ་ཆེན་པོ, Wylie: grub thob chen po, THL: druptop chenpo) è un termine per qualcuno che "incarna e coltiva la perfezione". Un siddha è un individuo che, attraverso la pratica del sādhanā, raggiunge la realizzazione di siddhi, abilità e poteri psichici e spirituali. I Mahasiddha erano praticanti di yoga e tantra, o tantrika. La loro influenza storica in tutto il subcontinente indiano e l'Himalaya era vasto e raggiunsero proporzioni mitiche come codificate nei loro canti di realizzazione e agiografie, o namtars, molti dei quali sono stati conservati nel canone buddista tibetano. I Mahasiddha sono i fondatori di tradizioni e lignaggi vajrayana come Dzogchen e Mahamudra.

Tradizionalmente sono noti 84 Mahasiddha.

Storia dell'oggetto: Da una collezione tibetana risalente a prima del 1950.