<transcy>Thangka Avalokiteshvara Cinque Mandala Miniatura Tibet XX° sec.</transcy>
<transcy>Thangka Avalokiteshvara Cinque Mandala Miniatura Tibet XX° sec.</transcy>

Thangka Avalokiteshvara Cinque Mandala Miniatura Tibet XX° sec.

Prezzo regolare £490.00 £0.00 Prezzo unitario per

Mandala di Avalokiteshvara dell'inizio del XX secolo, raro e bellissimo, proveniente da Lhasa, Tibet

Dimensioni: 55 cm di altezza, 42 cm di larghezza

Thangka raro e ben dipinto che rappresentano cinque mandala di Avalokiteshvara. Le composizioni multiple di mandala sono rare con pochissimi esempi. Tipicamente c'è un grande mandala centrale con mandala correlati che lo circondano come in questo caso.

Letteratura dell' oggetto: Il bodhisattva Avalokiteshvara è la divinità protettrice del Tibet e appare in una varietà di forme sia pacifiche che irate e in grandi mandala circondati da numerose divinità. Come simbolo universale incarna la compassione di tutti i buddha delle dieci direzioni e tre tempi.

In un'occasione il bodhisattva Avalokiteshvara fece una promessa che, se avesse dato origine a pensieri solo per il suo beneficio, la sua testa si sarebbe dovuta spezzare in 10 pezzi e il corpo in 1000. Dopo aver assistito continuamente alla miseria degli esseri in vari stati di esistenza, scoraggiato, ha dato origine a pensieri per cercare solo la propria felicità. In quello stesso istante la testa e il corpo andarono in frantumi. Invocando Amitabha, il buddha si fece avanti e pronunciò parole di incoraggiamento. Raccogliendo i 10 pezzi della testa, Amitabha costrui' 10 facce, che rappresentano le 10 perfezioni. Raccogliendo i 1000 pezzi del corpo ne costruì un altro con 1000 mani ciascuna con un occhio sul palmo, che rappresentano i 1000 buddha dell'Eone d'Oro. Alla fine ha posizionato un duplicato della propria testa sulla corona.

Un mandala (enfasi sulla prima sillaba; sanscrito मण्डल, maṇḍala – letteralmente "cerchio") è un simbolo spirituale e rituale delle religioni indiane dell'induismo, buddismo e giainismo che rappresenta l'universo. Nell'uso comune, "mandala" è diventato un termine generico per qualsiasi diagramma, grafico o schema geometrico che rappresenti il ​​cosmo metafisicamente o simbolicamente; un microcosmo temporale dell'universo.

In varie tradizioni spirituali, i mandala possono essere impiegati per focalizzare l'attenzione di praticanti e adepti, come strumento di guida spirituale, per stabilire uno spazio sacro e come aiuto alla meditazione e all'induzione della trance.

Storia degli oggetti: Da una collezione tibetana risalente a prima del 1950.